Spesso chi deve seguire una terapia farmacologica quotidiana è attento ad evitare alcuni cibi e bevande per paura delle interazioni, infatti, alcune  bevande, come ad esempio gli alcolici, possono facilmente interferire con i farmaci.
 In questo senso esiste un’interazione tra farmaci e caffè?
La caffeina altera gli effetti e il funzionamento  dei farmaci in maniera più blanda  ma sicuramente c’è  una relazione tra il caffè e l’interazione con i farmaci, vediamo quali sono i casi in cui può accadere.

Con quali farmaci interagisce la caffeina?

Il caffè è certamente meno pericoloso rispetto all’alcol in associazione ai farmaci ma comunque può contrastare l’effetto di alcuni di essi. Vediamo in quali casi.

Caffè e sedativi

Se si assumono sedativi o farmaci per l’insonnia il caffè potrebbe antagonizzare i loro effetti aumentando la difficoltà nell’addormentarsi.

Cortisone e caffè

Analogamente il caffè aumenta la possibilità di effetti collaterali in soggetti che assumono farmaci come i broncodilatatori e  l’amionofilina; in questi casi la caffeina può provocare tachicardia, tremori e nervosismo.

Caffeina e antidepressivi

Ciò può accadere anche in caso di assunzione di farmaci antidepressivi  e antipsicotici ed inoltre può ridurre i livelli plasmatici di litio.

Antibiotici e caffè

L’assunzione di antibiotici comporta un accumulo di caffeina nel nostro organismo e quindi accade che dosi molto alte di caffeina possono causare ansia, vomito, nervosismo e addirittura convulsioni.

Caffè e Inibitori delle MAO

L’interazione tra caffè e farmaci mao- inibitori influenza lo stimolo sul sistema simpatico e ciò può comportare aritmie cardiache e anche grave ipertensione.

Antiaggreganti e caffè

Nei pazienti che assumono anticoagulanti e antiaggreganti la caffeina può aumentare il rischio di sanguinamento.

Interazione tra caffè e farmaci per incontinenza urinaria

In questo caso la caffeina va a ridurre l’effetto di questi farmaci.

FANS e caffè

La caffeina può aumentare il rischio di lesione gastrica da parte di questi farmaci antinfiammatori non steroidei.

È molto importante ricordare che la caffeina non è di certo contenuta solo nel caffè ma possiamo assumerla anche bevendo Energy drink , coca cola, tè, guaranà o anche integratori alimentari.

Cosa fare in caso di interazione tra farmaci e caffè

La soluzione alle possibili interazioni tra caffè e farmaci è molto semplice, basta non eccedere con le tazzine di caffè in una giornata. Infatti, bere caffè in maniera moderata non comporta problemi, magari il caffè andrebbe bevuto lontano dall’assunzione dei farmaci.

Tra l’altro sappiamo bene che la caffeina ha effetti benefici sul nostro organismo quando viene assunta in maniera moderata, specialmente a livello del sistema nervoso. Il caffè aumenta lo stato di vigilanza e diminuisce la fatica. Un importante  effetto della caffeina sul nostro corpo è la stimolazione del centro midollare del respiro, e infatti il caffè viene spesso dato in caso di apnea e altri stati patofisiologici.

 

... e tu cosa bevi?

Top