C’era una volta il caffè, amaro o dolcificato con un cucchiaino di zucchero bianco… poi è arrivato internet con i social, e lo zucchero bianco è stato condannato a favore dello zucchero di canna!
Facciamo un po’ di ironia su quello che negli ultimi tempi è diventato un argomento molto discusso, soprattutto sul web, ma anche in numerosi programmi dedicati alla salute e all’alimentazione.
La diatriba tra lo zucchero di canna e lo zucchero bianco è piena di miti, leggende, ma anche informazioni giuste o errate. 
Ovviamente noi non siamo degli esperti a riguardo, tanto meno abbiamo le competenze mediche per affrontare l’argomento dal punto di vista della salute, ma quello che possiamo fare è offrirvi un riepilogo di quelle che sono le differenze tra zucchero bianco e di canna.

Differenze tra zucchero bianco e zucchero di canna

Prima di tutto è necessario smentire la notizia che lo zucchero bianco faccia più male di quello di canna. Secondo quanto riportato da focus, infatti, dal punto di vista chimico i due prodotti conterrebbero la stessa molecola, ovvero quella del saccarosio.
La differenza sostanziale tra i due sarebbe che lo zucchero di canna oltre a contenere saccarosio ha anche una piccola percentuale (1%-5%) di melassa, motivo per cui ne percepiamo un sapore diverso.
 

Lo zucchero di canna 

Lo zucchero di canna viene ricavato dalla canna da zucchero. Queste canne vengono tagliate e schiacciate con un processo che ha come finalità quello di estrarne il succo. Tramite una procedura di riscaldamento del liquido estratto si ha un effetto di evaporazione che lascia una sostanza cristallizzata.
Rispetto a quello bianco viene sottoposto ad un ulteriore processo di purificazione che avviene mediante idrossido di calcio e carbone attivo di cui non resta alcuna traccia. 
In commercio troviamo due tipi di zucchero di canna, quello grezzo (il più diffuso in Italia) e quello integrale. La differenza tra i due starebbe nel processo di asciugatura e di raffinatura.
 

Lo zucchero bianco

Lo zucchero bianco viene estratto dalla barbabietola da zucchero (talvolta anche dalla stessa canna) la cui radice contiene gli zuccheri che vengono estratti mediante il processo chimico che si conclude con la raffinatura dello zucchero dalla quale otteniamo il nostro zucchero bianco.
 

Lo zucchero bianco fa ingrassare di più rispetto a quello di canna?

Questo è un altro argomento sul quale ci sono numerosi falsi miti. La verità è che le calorie sono pressappoco le stesse l’unica differenza è che lo zucchero di canna essendo leggermente meno lavorato mantiene qualche nutrimento in più.
 

Dunque lo zucchero bianco fa più male di quello di canna?

A quanto pare abbiamo a che fare con una vastissima leggenda metropolitana. Consumare uno piuttosto che l’altro non porterà differenze sulla salute. Entrambi fanno male se consumati in quantità eccessiva così come accade con qualsiasi altro alimento.
In sostanza dunque scegliere tra zucchero di canna o zucchero bianco per il vostro caffè sarà solo una questione di gusti.

... e tu cosa bevi?

Top