Ormai lo sapete, per noi il caffè è un rituale di piacere e di relax… ma sapevate che c’è chi la pensa come noi? Proprio così, a considerare il caffè un vero e proprio rituale sono anche i Greci, ovviamente con il loro caffè greco.
I greci considerano il rito del caffè come uno stile di vita, proprio come accade a Napoli! Certo il caffè greco è totalmente diverso dal nostro espresso, infatti si presenta molto più diluito e preparato mediante bollitura. Più che al nostro espresso il caffè greco somiglia molto a quello americano, sebbene presenti un sapore molto più intenso.

Cos’è il caffè greco e come si beve

Naturalmente quando si parla di “caffè greco” non intendiamo il prodotto in sé per sé ma il metodo di preparazione.
In principio c’era un unico modo di bere e preparare il caffè greco ed era quello caldo, preparato come quello turco con l’utilizzo del “briki” ovvero un bricco in ottone, caratterizzato dal modo in cui vengono compressi i chicchi e nel tipo di torrefazione del caffè.
Al giorno d’oggi invece il caffè greco più diffuso è quello con cubetti di ghiaccio, che ovviamente viene consumato soprattutto nel periodo estivo.
Inoltre prima di richiedere un caffè greco è necessario decidere come lo vogliamo in termini di “zucchero” in quanto di solito questo viene zuccherato in fase di preparazione.

Benefici sulla salute del caffè greco

La preparazione del caffè greco mediante bollitura comporta numerosi benefici per la salute.
Sostanzialmente tutti i benefici del caffè vengono amplificati dal tipo di macinatura (molto più fine rispetto al solito) e le proprietà preservate dalla bollitura.
Tra i principali benefici sulla salute troviamo la prevenzione di malattie cardiovascolari.

Come preparare il caffè greco

Ovviamente, come anticipato, abbiamo bisogno del “briki”, ovvero un bricco dal manico lungo fatto in ottone. Il primo passaggio è quello di versare tanta acqua nel briki quante sono le tazze di caffè che vogliamo fare. Di solito si sconsiglia di andare oltre le 3-4, per ottenere una qualità ottimale.
Dopodichè dobbiamo aggiungere lo zucchero (in base ai nostri gusti) e un cucchiaio di caffè per ogni tazza.
Ora non ci resta che portare tutto a ebollizione con fiamma bassissima. La qualità del caffè greco si basa sulla schiuma che si forma sopra, più ce n’è e più il caffè è buono.

Una volta che il caffè avrà raggiunto l’ebollizione questo salirà verso l’orlo del bricco… significa che il vostro caffè greco è pronto per essere servito e consumato dopo un paio di minuti, il tempo necessario per far cadere sul fondo i depositi del caffè!

... e tu cosa bevi?

Top