Le miscele di caffè non sono tutte uguali, e questo oramai è un dato di fatto, ma ciò che non tutti sanno è che la maggior parte di queste sono composte principalmente da specie di caffè ovvero la robusta e l’arabica. Queste due sono alla base della maggior parte delle miscele che assaporiamo ogni giorno e sono proprio loro a definire il gusto del caffè.
Ma quali sono le principali differenze tra le due?

Differenze tra arabica e robusta

Le principali differenze tra l’arabica e la robusta riguardano i luoghi di coltivazione, il gusto, la quantità di caffeina presente in ciascuna.

Il luogo di provenienza

La Coffea Arabica è originaria dell’Etiopia, del Sudan sud-orientale e del Kenya settentrionale, ma ad oggi è molto coltivata anche in America Latina. Attualmente rappresenta il 70% del caffè prodotto in tutto il mondo.
La Coffea Robusta (o Coffea canephora) invece è originaria dell’Africa Occidentale ma attualmente viene coltivata soprattutto in Asia sudorientale.

Differenza tra i chicchi

I chicchi di arabica e di robusta possono facilmente essere distinti tra loro. I primi infatti presentano una forma allungata e ovale, mentre la robusta presenta chicchi più tondi.
Le due tipologie si differenziano sia per contenuto di caffeina sia di oli. L’arabica contiene il 18% di oli e un massimo di 1,7% di caffeina. La robusta invece ha il 9% di oli e fino al 2,8% di caffeina.

Differenza nel gusto e nella preparazione dell’espresso

Quando si prepara l’espresso con le due tipologie di chicchi di caffè la differenza si nota già dalla macinatura.
Per la robusta sarà necessario una macinatura più fine poiché presente chicchi più duri.
L’espresso fatto con la robusta sarà più corposo con crema spessa e presenterà un gusto più amaro e forte.
L’espresso con l’arabica invece è considerato più pregiato poiché avrà un sapore dolce, amaro in modo lieve e gradevole e leggermente acido ma con aroma, che lascerà un gradevole gusto anche dopo il caffè.

Meglio l’arabica o la robusta?

A questo punto la domanda sorge spontanea… Se è vero che l’arabica è considerata più pregiata, è anche vero che non necessariamente questa debba essere considerata più buona. Sostanzialmente il tutto dipende dal gusto personale, e ovviamente dalla qualità del caffè che andremo ad assaporare.
Nel dubbio poi c’è anche una soluzione alternativa, vale a dire quella di scegliere miscele che contengono entrambe le qualità di caffè come ad esempio la Miscela Blu di Caffè Borbone che nasce da un dosaggio perfetto ed accurato che miscela insieme la qualità Arabica e quella Robusta con il giusto livello di tostatura, o quella Oro di qualità ancora superiore.

Scopri tutte le miscele di Caffè Borbone

... e tu cosa bevi?

Top