Gli appassionati del caffè quando sentono nominare il caffè istantaneo, o caffè solubile, storcono il naso poiché per loro quello non può essere assolutamente considerato un caffè alla pari dell’espresso.

In un certo senso è vero, il caffè solubile non deve assolutamente essere paragonato all’espresso eppure non tutti sanno che il metodo con cui viene realizzato è uno dei più antichi al mondo nonché dei più diffusi.
Circa il 90% dei consumatori di caffè in Giappone e in Gran Bretagna utilizza solo caffè solubile, e molti altri paesi ne fanno uso. Era il 1901 quando lo scienziato giapponese Satori Kato inventò il caffè istantaneo, ma il vero istant coffee della storia è nato intorno al 1910 per mano di un ingegnere statunitense, George Washington (no, non il presidente degli Stati Uniti).

Come è fatto il caffè solubile e cosa contiene

Se stai pensando che nel caffè solubile tutto ci sia tranne che del vero caffè, dovrai ricrederti. Il caffè istantaneo è fatto da veri chicchi di caffè tostati, macinati e tramutati in caffè concentrato. Nel caso del caffè solubile a polvere fine il caffè concentrato viene preso e deidratato mediante trattamenti termici che ne fanno evaporare totalmente l’acqua.
Il caffè istantaneo granuloso invece viene fatto mediante il processo di liofilizzazione, ovvero il caffè concentrato viene surgelato, successivamente rotto in grani e sottoposto a un processo di essiccazione che restituisce poi il caffè solubile.

Come utilizzare il caffè solubile

Il caffè solubile oltre ad essere bevuto caldo come bevanda invernale, può essere utilizzato anche per fare una bevanda fredda con il ghiaccio in estate.
Inoltre è un ottimo alleato per chi al mattino ha fretta e non ha tempo di preparare il caffè per il caffelatte.
Infine il caffè solubile è molto utilizzato nelle ricette dei dolci. La maggior parte di queste infatti prevede l’uso di questo ingrediente, piuttosto che del caffè espresso o moka.

Come fare un buon caffè solubile

Come accennato il caffè istantaneo può essere preparato sia in versione calda, sia in versione fredda. Vediamo come.

Come si prepara un caffè solubile caldo

Per preparare un buon caffè istantaneo caldo dovrete semplicemente portate a ebollizione una tazza di acqua calda e aggiungete 1-2 cucchiaini di caffè solubile e mescola fino a che questo non sarà sciolto.
Potete aggiungete zucchero a piacimento e dare un tocco in più mediante l’utilizzo dei spezie come la cannella, vaniglia o cacao.

Come preparare un caffè istantaneo freddo

Per un caffè istantaneo freddo versate in una tazza 2 cucchiaini di caffè solubile e scioglietelo con 4 cucchiaini di acqua calda. Potete decidere se zuccherarlo o aromatizzarlo prima di preparare il caffè istantaneo freddo.
A questo punto prendete una tazza di acqua fredda o di latte e versateci il caffè istantaneo precedentemente sciolto e zuccherato.
Mescolate il tutto e versaci i cubetti di ghiaccio.
La vostra bevanda è pronta per rinfrescare i pomeriggi estivi.

Come preparare il caffelatte con caffè solubile

Infine potete sfruttare le qualità del caffè solubile per il vostro caffelatte. Vi basterà scaldare il latte e versarci 1-2 cucchiani di caffè istantaneo dentro e lo zucchero e mescolare. Avrete una colazione pronta da gustare in pochi secondi.

... e tu cosa bevi?

Top